Fisico & Politico, il singolo

Come si sa, le emittenti radiofoniche ricevono qualche giorno prima rispetto alla “radio date” il singoli da programmare. Così è stato per Paola Gallo di Radio Italia Solo Musica Italiana, che da sempre ha mostrato molto interesse per Luca Carboni. Ieri sera lo ha scritto in un tweet e ha rimandato ad oggi la sua recensione. Eccola:

Ho ascoltato “Fisico & Politico” nuova canzone di Luca Carboni feat. Fabri Fibra on air dal 6 settembre. Per citare il testo, trovo il pezzo “euforico e malinconico” e maledettamente intrigante. Spinti da un incipit di chitarra che si fonde nell’elettronica, Luca e Fabrizio raccontano di come si possa essere euforici e malinconici appunto, in una lettura intima ma anche sociale della vita, fisica e politica “in Italia devi imparare a perdere tempo” e a proposito del dualismo “nessuno sa qual è il confine”. L’album “Fisico & politico” esce il primo ottobre per festeggiare trent’anni di carriera di Luca e sarà ricco di collaborazioni e sorprese con una tracklist che mette insieme alcuni dei più grandi successi di Luca Carboni risuonati e riproposti in duetti inediti più tre nuovi brani. Nel primo degli inediti, la title track appunto, c’è spazio anche per un gentile omaggio stilistico di Fabri Fibra: “Io sono bestiale come il fisico”

E questa, fresca fresca di twitter, la copertina del singolo:

fisico-e-politico

Fisico & Politico, l’album

– update del 24/09/2013 – 

Dopo la conferenza stampa del 23/09/2013, ecco la recensione di Paola Gallo all’album:

Onda Quotidiana 23 settembre

Luca Carboni si siede e sorride, ha la faccia di uno che sa che sta per raccontare una storia molto interessante. Fisico & Politico è un disco intenso e pieno di musica, storia, amici, ospiti e Luca lo sa e lo fa ascoltare ai giornalisti con la cura e la passione che si riserva alle cose molto importanti della vita. A una settimana dall’uscita ufficiale (1 ottobre) e alla vigilia dell’anteprima streaming del disco su iTunes (da domani) volano note e informazioni. Ogni artista ha scelto le canzoni in maniera “sentimentale”. Ligabue, incontrato nel backstage del concerto organizzato da Carletti per l’Emilia terremotata, ha detto no al duetto ma ha regalato a Luca l’inedito “C’è sempre una canzone” ballata che rispolvera il senso del mestiere di mettere in musica le proprie emozioni trovando un senso che si rinnova di anno in anno. Per Carboni ne sono passati 30 dal debutto ma questa idea musicale e queste nuove condivisioni rendono il disco modernissimo a partire dalla title track con Fabri Fibra. Ecco la formazione: Alice (suggerita da Ferro per Farfallina), Biagio Antonacci (con un timbro perfetto per Primavera) Franco Battiato (superbo e poetico in Silvia lo sai), Samuele Bersani (Gli autobus di notte sembra dipinta per lui che non se l’è sentita di accettare Fragole buone buone), Miguel Bosè (in una versione super elettronica di Inno Nazionale), Cesare Cremonini (troppo vero nel “Son partito da Bologna..” di Mare mare), Tiziano Ferro (che da a Persone silenziose un nuovo timbro e una nuova energia), Elisa (perfetta per la naïf Vieni a vivere con me), Jovanotti (che aggiunge un inserto rap e colorato a Ci vuole un fisico bestiale). Il risultato è davvero notevole (compresa “Dimentica” scritta da Luca Carboni) e potrebbe anche diventare uno spettacolo live a dicembre a Milano (“tutto da confermare e organizzare, l’idea è nata una settimana fa”) con tutti gli artisti del cast di Fisico e Politico. Aspettando conferme, godiamoci questa nuova stagione: un autunno di uscite musicali di altissimo livello.