Dopo 35 anni di storica attività arriva anche per gli Skiantos il momento di un pesante divorzio. Roberto Antoni, in arte Freak Antoni scrive la parola fine alla lunga carriera come frontman della band bolognese. Una separazione che non nasconde motivazioni legate a dissidi o contrasti ma è piuttosto una fiammata della rinnovata linfa artistica che ha spinto in questi mesi l’artista a intraprendere un nuovo e maturo progetto solista. Da qualche tempo gli Skiantos non calcano più le scene nazionali come negli anni passati, uno “slow” commerciale che non coincide con l’esigenza comunicativa ed il grande entusiasmo creativo del vulcanico Freak Antoni.

L’artista fa sapere attraverso un comunicato che “Vista la cronica mancanza di promozione dei Dischi, dei Concerti Skiantos e di tutto il lavoro svolto sul genere ‘Demenziale’, dopo 36 anni di militanza nella musica alternativa, ho deciso che dal primo giugno 2012 dedicherò le mie energie creative a nuove idee e collaborazioni artistico-musicali, collaborando con musicisti d’esperienza e di provate capacità tecniche, riuniti nella Freak Antoni Band (formata dalla pianista-compositrice Alessandra Mostacci, Max Cottafavi alla chitarra elettrica, Elisa Minari al basso e Roberto “Granito” Morsiani alla batteria) e in un duo con la pianista Mostacci, quest’ultimo mio progetto ha terminato recentemente le registrazioni di un nuovo disco composto da 2 singoli: il primo con J Ax ed il secondo con Luca Carboni (uscita prevista entro la fine di maggio) con un disco completo in stampa per la fine dell’estate 2012 (produzione di Fabrizio Federighi e Paolo Dossena), un nuovo cammino artistico senza nulla rinnegare delle passate esperienze, importanti e formative, sempre proponendo ironia, sarcasmo e comicità secondo nuovi stili e poetiche”.

Volge al termine dunque una pagina importante della musica italiana, la pagina che ha fatto strada ad un genere e a numerosi artisti contemporanei ma che come vuole la tradizione ne scopre una nuova completamente da riscrivere…